Home / News & Eventi / Il riscatto di Forcella passa per la ZONA NTL
Il riscatto di Forcella passa per la ZONA NTL
 
Con due eventi inseriti in “Napoli, città della Conversazione”, l’Associazione Annalisa Durante ha messo insieme artigiani, ristoratori e commercianti di Forcella per valorizzare il territorio e condividere una strategia di sviluppo economico e sociale attraverso il progetto “ZONA NTL – Napoli, Turismo & Legalità”, promosso insieme a Legambiente, Manallart e Parte Napoli, per far conoscere le bellezze e le offerte sane del quartiere, volte al recupero di Forcella, Maddalena e Capuana.  
 
 

Con due eventi inseriti in “Napoli, città della Conversazione”, l’Associazione Annalisa Durante ha messo insieme artigiani, ristoratori e commercianti di Forcella per valorizzare il territorio e condividere una strategia di sviluppo economico e sociale attraverso il progetto “ZONA NTL – Napoli, Turismo & Legalità”, promosso insieme a Legambiente, Manallart e Parte Napoli, per far conoscere le bellezze e le offerte sane del quartiere, volte al recupero di Forcella, Maddalena e Capuana.  

Con due eventi inseriti in “Napoli, città della Conversazione”, l’Associazione Annalisa Durante ha messo insieme artigiani, ristoratori e commercianti di Forcella per valorizzare il territorio e condividere una strategia di sviluppo economico e sociale attraverso il progetto “ZONA NTL – Napoli, Turismo & Legalità”, promosso insieme a Legambiente, Manallart e Parte Napoli, per far conoscere le bellezze e le offerte sane del quartiere, volte al recupero di Forcella, Maddalena e Capuana.  Con due eventi inseriti in “Napoli, città della Conversazione”, l’Associazione Annalisa Durante ha messo insieme artigiani, ristoratori e commercianti di Forcella per valorizzare il territorio e condividere una strategia di sviluppo economico e sociale attraverso il progetto “ZONA NTL – Napoli, Turismo & Legalità”, promosso insieme a Legambiente, Manallart e Parte Napoli, per far conoscere le bellezze e le offerte sane del quartiere, volte al recupero di Forcella, Maddalena e Capuana.  Con due eventi inseriti in “Napoli, città della Conversazione”, l’Associazione Annalisa Durante ha messo insieme artigiani, ristoratori e commercianti di Forcella per valorizzare il territorio e condividere una strategia di sviluppo economico e sociale attraverso il progetto “ZONA NTL – Napoli, Turismo & Legalità”, promosso insieme a Legambiente, Manallart e Parte Napoli, per far conoscere le bellezze e le offerte sane del quartiere, volte al recupero di Forcella, Maddalena e Capuana.  Con due eventi inseriti in “Napoli, città della Conversazione”, l’Associazione Annalisa Durante ha messo insieme artigiani, ristoratori e commercianti di Forcella per valorizzare il territorio e condividere una strategia di sviluppo economico e sociale attraverso il progetto “ZONA NTL – Napoli, Turismo & Legalità”, promosso insieme a Legambiente, Manallart e Parte Napoli, per far conoscere le bellezze e le offerte sane del quartiere, volte al recupero di Forcella, Maddalena e Capuana.  Con due eventi inseriti in “Napoli, città della Conversazione”, l’Associazione Annalisa Durante ha messo insieme artigiani, ristoratori e commercianti di Forcella per valorizzare il territorio e condividere una strategia di sviluppo economico e sociale attraverso il progetto “ZONA NTL – Napoli, Turismo & Legalità”, promosso insieme a Legambiente, Manallart e Parte Napoli, per far conoscere le bellezze e le offerte sane del quartiere, volte al recupero di Forcella, Maddalena e Capuana.  Con due eventi inseriti in “Napoli, città della Conversazione”, l’Associazione Annalisa Durante ha messo insieme artigiani, ristoratori e commercianti di Forcella per valorizzare il territorio e condividere una strategia di sviluppo economico e sociale attraverso il progetto “ZONA NTL – Napoli, Turismo & Legalità”, promosso insieme a Legambiente, Manallart e Parte Napoli, per far conoscere le bellezze e le offerte sane del quartiere, volte al recupero di Forcella, Maddalena e Capuana.  Con due eventi inseriti in “Napoli, città della Conversazione”, l’Associazione Annalisa Durante ha messo insieme artigiani, ristoratori e commercianti di Forcella per valorizzare il territorio e condividere una strategia di sviluppo economico e sociale attraverso il progetto “ZONA NTL – Napoli, Turismo & Legalità”, promosso insieme a Legambiente, Manallart e Parte Napoli, per far conoscere le bellezze e le offerte sane del quartiere, volte al recupero di Forcella, Maddalena e Capuana.  Con due eventi inseriti in “Napoli, città della Conversazione”, l’Associazione Annalisa Durante ha messo insieme artigiani, ristoratori e commercianti di Forcella per valorizzare il territorio e condividere una strategia di sviluppo economico e sociale attraverso il progetto “ZONA NTL – Napoli, Turismo & Legalità”, promosso insieme a Legambiente, Manallart e Parte Napoli, per far conoscere le bellezze e le offerte sane del quartiere, volte al recupero di Forcella, Maddalena e Capuana.  Con due eventi inseriti in “Napoli, città della Conversazione”, l’Associazione Annalisa Durante ha messo insieme artigiani, ristoratori e commercianti di Forcella per valorizzare il territorio e condividere una strategia di sviluppo economico e sociale attraverso il progetto “ZONA NTL – Napoli, Turismo & Legalità”, promosso insieme a Legambiente, Manallart e Parte Napoli, per far conoscere le bellezze e le offerte sane del quartiere, volte al recupero di Forcella, Maddalena e Capuana.  Con due eventi inseriti in “Napoli, città della Conversazione”, l’Associazione Annalisa Durante ha messo insieme artigiani, ristoratori e commercianti di Forcella per valorizzare il territorio e condividere una strategia di sviluppo economico e sociale attraverso il progetto “ZONA NTL – Napoli, Turismo & Legalità”, promosso insieme a Legambiente, Manallart e Parte Napoli, per far conoscere le bellezze e le offerte sane del quartiere, volte al recupero di Forcella, Maddalena e Capuana.  

Gli eventi si sono svolti il 30 gennaio ed il 6 febbraio scorsi nello Spazio Comunale Piazza Forcella. Il primo, intitolato “C’era una volta ‘o pacco a Furcella”, ha maturato la decisione degli artigiani di realizzare uno o più prodotti specifici per la ZONA NTL da far rientrare nel “pacco della legalità” e da vendere ai turisti e nei circuiti sociali e solidali. Il secondo, intitolato “C’era una volta… ‘a pizzella ‘e Furcella” ha riunito in Biblioteca 100 ospiti, tra cittadini, giornalisti, artigiani, commercianti ed esperti del settore, che hanno degustato pietanze preparate dai ristoratori del luogo, anch’esse dedicate alla ZONA NTL per la realizzazione di menù solidali finalizzati al recupero di Forcella.  Le offerte saranno presto promozionate e fruibili al pubblico attraverso l’APP ZONA NTL, già operativa per le visite ai monumenti. Obiettivo condiviso: essere pronti ad accogliere i turisti in maniera originale ed innovativa, per il prossimo “Maggio dei Monumenti” e far visitare una Napoli diversa, che coniuga la cultura con l’enogastronomia e la promozione sociale nella prospettiva della legalità, quella stessa legalità violata che in tanti anni ha assegnato una brutta fama a questa zona che non fa onore alle positive realtà che operano con orgoglio per una Napoli diversa.

All’evento del 30 gennaio si sono messi in mostra Giusy Granato, giovane stilista che ha sviluppato la maglia per la ZONA NTL, la Sartoria Piccirillo con le creazioni del giovane Savio di Forcella, l’artigianato sociale di Marco Cecere con la sua Avventura di Latta, l’editore Peppe Cerillo con le creazioni di Napoli Pop-Up, la Bottega artigiana di Anna e quella di D’Auria arte presepiale. L’evento è stato apprezzato da rappresentanti dell’associazionismo commerciale, quali Roberto De Laurentis del Consorzio Borgo Orefici, Claudio Pellone del Consorzio Antiche Botteghe Tessili di Piazza Mercato e rappresentanti dei commercianti di via Duomo e corso Umberto. L’Assessorato alla Cultura e le Municipalità 2 e 4 del Comune di Napoli hanno rilasciato il loro patrocinio.

All’evento del 6 febbraio si sono messi in mostra i ristoratori di Forcella con la presentazione di menù senza precedenti.

 
Il cocktail di benvenuto è stato offerto da “Forcella Spritz”, locale aperto da Luigi Di Maro poche settimane fa, che ha  presentato una Sangria speciale ideata dalla collaboratrice Leandra,  dedicata alla rinascita del quartiere.  
L'antipasto è stato offerto  dalla Pizzeria Trattoria "Il Miracolo", con una bruschetta coloratissima preparata con salsiccia, pomodorini gialli e  peperoncino, il cui locale è sorto da poco proprio sotto al grande Murale di Jorit raffigurante San Gennaro, che per molti è visto come simbolo del cambiamento avviato nel quartiere. 
E' stata, quindi, la volta dei primi piatti: un poker sensazionale messo in campo dalle Trattorie "Il Cardinale", “Spuzzuliamm”, "Terra mia" e "La Piazzetta", che hanno offerto, rispettivamente, delle gustose  orecchiette zucchine e gamberi, pasta e patate con provola e basilico, mezzanielli alla genovese ed un originalissimo gnocco cucinato con provolone del monaco e pomodorino del piennolo: un mix di bontà e tradizione che è possibile assaporare nel tratto di via Tribunali che congiunge via Duomo con Castel Capuano e scende giù lungo via Pietro Colletta, per rientrare in Forcella di fronte al Complesso archeologico di Carminiello ai Mannesi, dove opera Mario Granieri, giovane coraggioso che ha avuto il coraggio di denunciare settimane fa un"azione intimidatoria consumatasi ai suoi danni.  
Si è dunque passati ai secondi piatti, con la presentazione curata dall' “Antica Osteria Pisano”, sapientemente guidata dal lo storico Gennaro, che ha proposto una braciola di carne al vero ragù  napoletano. A tenere il passo del bravo Pisano è stata ancora una volta la “Trattoria del Cardinale”, con un baccalà regale preparato con insalata riccia, pomodorini e papaccelle.  
A questo punto è stata la volta della  pizza, rigorosamente e finemente fritta, preparata dal creativo Enzo Durante, titolare in piazza Calenda dell"esercizio “1947 Pizza Fritta”, che per l'occasione ha presentato la sua "Faccia gialla", dedicata a San Gennaro, ripiena con provola DOP di Agerola,  ricotta, pomodorini gialli del piennolo ed un pizzico di peperoncino. 
Le degustazioni si sono concluse con un ottimo gelato alla nocciola e cioccolato, realizzato dalla storica "Gelateria Al Polo Nord", gestita da Antonio Raio, ideatore del famoso Spumone, gelato unito a semifreddo dal gusto inconfondibile, da oggi dedicato alla ZONA NTL. 
Tutte le degustazioni sono state commentate dalla presidente dell' Associazione Soma e Psiche Mena Castaldo, con slides dettagliate che hanno descritto per ciascuna pietanza le valenze nutrizionali delle proposte gastronomiche. A lei si è unito il sapiente sommelier Andrea, sotto la regia dell'infaticabile  Silvana Guida di  Blu Parthenope, che ha abbinato vini rossi e bianchi di qualità offerti dall'imprenditore Michele Romano, aderente alla  Strada del Vino e dei prodotti tipici del Vesuvio.  
Nel corso della serata si sono alternati gli interventi dei partner dell’iniziativa Legambiente Parco Letterario Vesuvio, Manallart e Parte Napoli, seguiti da Slow Food, Avventura di Latta e Lanificio 25, quest'ultimo raggiunto alcuni mesi fa da minacce anonime ricevute nella zona di Porta Capuana, a cui il pubblico ha tripudiato un lungo applauso in segno di solidarietà.
Tra i presenti in sala il Sindacato dei Giornalisti della Campania, il presidente del Teatro Trianon Viviani Gianni Pinto, le associazioni Merida, FIAB Cicloverdi e tanti altri, che con la propria partecipazione hanno dato ulteriore forza al progetto.
Con l’attenzione che merita, l’offerta artigianale e gastronomica per il turismo della legalità potrà generare un circuito virtuoso tale da creare uno sviluppo economico sano e allo stesso tempo solidale, grazie al quale poter sostenere anche le attività sociali e culturali del quartiere. Della serie: Forcella aiuti Forcella!
 
 

 

All’evento del 30 gennaio si sono messi in mostra Giusy Granato, giovane stilista che ha sviluppato la maglia per la ZONA NTL, la Sartoria Piccirillo con le creazioni del giovane Savio di Forcella, l’artigianato sociale di Marco Cecere con la sua Avventura di Latta, l’editore Peppe Cerillo con le creazioni di Napoli Pop-Up, la Bottega artigiana di Anna e quella di D’Auria arte presepiale. L’evento è stato apprezzato da rappresentanti dell’associazionismo commerciale, quali Roberto De Laurentis del Consorzio Borgo Orefici, Claudio Pellone del Consorzio Antiche Botteghe Tessili di Piazza Mercato e rappresentanti dei commercianti di via Duomo e corso Umberto. L’Assessorato alla Cultura e le Municipalità 2 e 4 del Comune di Napoli hanno rilasciato il loro patrocinio.
 

 

All’evento del 30 gennaio si sono messi in mostra Giusy Granato, giovane stilista che ha sviluppato la maglia per la ZONA NTL, la Sartoria Piccirillo con le creazioni del giovane Savio di Forcella, l’artigianato sociale di Marco Cecere con la sua Avventura di Latta, l’editore Peppe Cerillo con le creazioni di Napoli Pop-Up, la Bottega artigiana di Anna e quella di D’Auria arte presepiale. L’evento è stato apprezzato da rappresentanti dell’associazionismo commerciale, quali Roberto De Laurentis del Consorzio Borgo Orefici, Claudio Pellone del Consorzio Antiche Botteghe Tessili di Piazza Mercato e rappresentanti dei commercianti di via Duomo e corso Umberto. L’Assessorato alla Cultura e le Municipalità 2 e 4 del Comune di Napoli hanno rilasciato il loro patrocinio.
contatti
Associazione Annalisa Durante
c/o Spazio Comunale Piazza Forcella
via Vicaria Vecchia, 23 - 80138 Napoli
E-mail: info@annalisadurante.it
credits

Il sito web annalisadurante.it  è stato realizzato da Maior ADV - Agenzia di Comunicazione e con il sostegno di MagicStore