Home / Associazione / Dicono di noi
Dicono di noi
"Il papà Giannino è riuscito a tirare fuori il miele dalla morte" 
 
Il 5 giugno 2014 il premio Oscar Roberto Benigni è intervenuto dal palco del teatro...
 
San Carlo di Napoli alla manifestazione "la Repubblica delle Idee 2014" e, dialogando con Eugenio Scalfari sul tema della ricostruzione sociale, ha plaudito Giovanni Durante per la capacità di reagire alla perdita della figlia Annalisa,  affermando “il papà Giannino è riuscito a tirare fuori il miele dalla morte”.
 
 
“SEI IL MIO EROE!”. Dedica di Davide Cifalà ad Annalisa Durante nel suo romanzo "Libero da ogni limite”
 
Davide Cifalà, giovane scrittore siciliano, ha pubblicato qualche anno fa un libro dal titolo "LIBERO DA OGNI LIMITE", con alcuni capitoli dedicati ad Annalisa Durante.
Lo segnaliamo perché lo ha scritto con cuore e fantasia, immedesimandosi nella storia di "una ragazza che avrebbe voluto soltanto vivere…".
 
Ci colpiscono molte delle frasi scritte da Davide. Una su tutte:
 
 "Non tutti smettono di vivere dopo la morte ed e’ nei momenti in cui vorresti morire, che invece impari a vivere". 
 
Ci piace molto evidenziare questa frase, perché dà il senso anche del nostro essere Associazione, spesso scoraggiata di fronte a chiusure e difficoltà. E' proprio in questi frangenti, tuttavia, che si impara dal sacrificio di Annalisa e si trova la forza di andare avanti, con lei che si fa viva presenza.
 
Per approfondimenti rimandiamo alla pagina web "Sei il mio eroe"
 

 
 
Francesco Paolo Oreste: Parole, Umanità e voglia di esserci “insieme” è ciò che ritrovo nella “Biblioteca a porte aperte Annalisa Durante”
 
A chi non ha diritto o diritti è difficile portare la legge e spiegare cos’è la giustizia. Ma io sono convinto che proprio in questi luoghi, più che altrove, ci sia bisogno di parole. Per dire, per raccontare e raccontarsi, per conoscersi, per incontrarsi. Al netto di etichette e luoghi comuni. Perché legge e giustizia possono essere una cosa sola solo se si conoscono, se si capiscono, se si incontrano.
 
Annalisa è lo stereotipo della vittima innocente: le foto che la ricordano e che siamo abituati a vedere ritraggono questa ragazza bellissima, un angelo, un sogno. Troppo facile commuoversi davanti all’evidente ingiustizia di un destino che strappa ai suoi sogni una creatura così bella.
Ma non è sempre tutto così chiaro. In certi luoghi della nostra Napoli le prime vittime sono proprio l’innocenza e i sogni. In certi luoghi, e ve lo dico da poliziotto, portare semplicemente la legge non significa portare giustizia e le facce di vittime e carnefici si assomigliano al punto da risultare impossibile distinguere gli uni dagli altri. 
 
Parole, Umanità e voglia di esserci “insieme” è ciò che ritrovo nella “Biblioteca a porte aperte”, che sono fiero e felice di salutare, nel ricordo di Annalisa e di quelli che meritavano e meritano un destino più giusto.
 
 
 

 
 
 
Altri riferimenti sulla nostra Associazione sono contenuti nei documenti pubblicati su questo sito (vedi sezione “Rassegna Stampa”) e nei siti internet dei soggetti appartenenti al Network sviluppatosi intorno a noi, a dimostrazione che il sacrificio della giovane Annalisa non è rimasto vano, ma è fortemente condiviso da tanti. Vivo nel cuore del papà Giannino e di tutti i familiari, esso è custodito anche nelle menti e nei cuori della gente che, attraverso l’azione congiunta con Istituzioni, scuole, enti, associazioni, cittadini e visitatori, testimoniano che Annalisa è viva ed opera ancor di più oggi, a distanza di tanti anni da quel tragico evento. 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 



 

contatti
Associazione Annalisa Durante
c/o Spazio Comunale Piazza Forcella
via Vicaria Vecchia, 23 - 80138 Napoli
E-mail: info@annalisadurante.it
credits

Il sito web annalisadurante.it  è stato realizzato da Maior ADV - Agenzia di Comunicazione e con il sostegno di MagicStore